Maissana

Frazioni:
Campore, Cembrano, Chiama, Colli, Disconesi, Ossegna, Salterana, Santa Maria, Tavarone, Torza

Adagiato alle spalle della Riviera di Levante a pochi chilometri da Varese Ligure, il piccolo borgo rurale di Maissana
con i sui numerosi villaggi sparsi, è circondato da valli e colline coperte da boschi rigogliosi.
I paesi del Comune di Maissana sono tutti insediamenti di montagna caratterizzati da un'architettura rurale semplice e profondamente suggestiva.
A Ossegna si trova uno dei siti archeologici più interessanti d'Europa: nella zona di
Valle Lagorara sono stati rinvenuti i resti di una vera e propria industria litica dell'Età del Rame.
In questo luogo l'uomo preistorico estraeva il diaspro, una pietra utilizzata per la realizzazione di pugnali, raschiatoi o punte di freccia.
Oltre ai reperti attribuibili all'Età del Rame sono stati rinvenuti anche manufatti del Neolitico Antico.
La famiglia dei Fieschi è tra i protagonisti della storia di Maissana fino al XVI secolo. Incorporata nella Repubblica di Genova,
viene annessa alla Podesteria di Castiglione Chiavarese, riaffermando il legame con il mondo genovese.
In questo territorio si sono mantenute le antiche tradizioni contadine, che oggi trovano una nuova
dimensione nelle moderne aziende agricole e negli agriturismi.
Il Grande anello del benessere è un percorso turisco-escursionistico lungo 37 chilometri, sul quale si inseriscono
diversi sottoanelli, tra cui il SIC del torrente Borsa, si snoda tra paesaggi molto vari, boschi e praterie e permette di immergersi.
Ricca di tradizioni culinarie protagoniste delle famose sagre estive che utilizzano prodotti tipici del territorio
come la fagiolana di Torza, legume valorizzato e salvaguardato da una Comunità del Cibo Slow Food.

Da vedere:
Il Museo del territorio e il Laboratorio di archeologia montana a Ossegna: nei locali sono presenti
una sala di accoglienza e di documentazione con materiale illustrativo del sito e del territorio di Maissana,
e una sala di laboratorio suddivisa in area scheggiatura ed in area multimediale.

Sempre a Ossegna, la Chiesa di S. Michele Arcangelo che si affaccia su uno splendido panorama.

Vicino al sito archeologico di Valle Lagorara sorgono i “Casoni della Pietra”,
costruzioni immerse nel verde, realizzati come rifugi temporanei per pastori e animali.

A Licciorno, invece, si possono visitare le “grotte delle streghe”.
A Maissana, la settecentesca chiesa di San Bartolomeo Apostolo, ricca di affreschi,
statue lignee e un crocifisso del 1500 posto sull'altare maggiore.

Sempre in paese, l'edificio detto “La prigione dei Fieschi” del 1200 e l'oratorio cinquecentesco di S. Maria Maddalena.

Dalla Cappella di San Bernardo di Campore si possono ammirare splendidi panorami
dell'Alta Val di Vara, del Monte Gottero e, nelle giornate terse, delle Alpi Apuane.

Sempre a Campore, la Chiesa di San Lorenzo del IX secolo e gli antichi lavatoi pubblici.

Chiesa di San Bartolomeo a Tavarone, edificata nel XVII secolo.

Iscriviti alla newsletter

Rimani informato su tutte le novità e gli eventi in Val di Vara